Igiene orale dei bambini: i consigli del pedodontista

Igiene orale dei bambini: i consigli del pedodontista
La Pedodonzia, conosciuta anche come odontoiatria pediatrica, si prende cura della salute orale dei bambini fino all’età dell’adolescenza. Il primo incontro con il dentista è molto importante per instaurare un rapporto di fiducia tra il bambino e quel signore in camice bianco: il pedodontista. Ecco perché si consiglia ai genitori di essere presenti alla prima visita e proporla come un gioco dove il dentista è una figura amica che controlla se tutti i dentini sono spuntati e crescono bene.

Il primo incontro con il dentista andrebbe programmato intorno ai 3 anni, quando la prima dentizione (denti da latte) è completa, per controllarne lo stato di salute, la buona armonia tra le arcate dentarie e la corretta crescita delle ossa mascellari. L’odontoiatra consiglierà ai genitori appropriate norme d’igiene orale da adottare che, per i bambini dovranno essere vissute come un divertimento, non come un compito noioso da svolgere dopo ogni pasto; e così, partendo dal gioco, il bambino comincerà a prendere confidenza con spazzolino e dentifricio.
  • È indispensabile utilizzare uno spazzolino idoneo, leggere le istruzioni del produttore che specifica la fascia d’età per cui è indicato e cambiarlo più o meno una volta il mese.
  • Anche il dentifricio non va scelto a caso: è importante osservare sempre le informazioni riportate sulla confezione; la composizione, per la prima infanzia, è diversa rispetto a quella per i bambini più grandi e per gli adulti. La pasta dentifricia va utilizzata a partire dai 3 anni, quando, cioè, il bambino è in grado di sciacquarsi la bocca.

Oltre alla corretta igiene orale è molto importante anche la dieta perché può provocare carie, disturbo insidioso che deteriora progressivamente la corona del dente e, se trascurate, creano un’infezione che può raggiungere i margini gengivali determinando l’insorgenza di una gengivite. Il principale responsabile è lo zucchero presente in dolciumi, bibite, succhi di frutta, e tisane solubili che spesso i bambini richiedono prima di andare a dormire.

Un’alimentazione ricca di zuccheri, se non è accompagnata da una buona detersione dei denti, dopo ogni pasto, e soprattutto la sera, può provocare una patologia conosciuta come “sindrome da biberon”, cioè la presenza di carie multiple dei denti da latte (decidui) sia nella parte posteriore sia in quella anteriore. I denti decidui cariati causano dolore, come negli adulti, sarebbe opportuno evitare questa esperienza dolorosa al bambino rivolgendosi quanto prima all’odontoiatra pediatrico, anche perché preservare la salute dei denti da latte, è la premessa fondamentale per i denti permanenti. 

Quando i denti da latte iniziano a cadere, verso i 6 anni, sono sostituiti dai denti permanenti, inoltre iniziano ad uscire anche i denti che non hanno il loro equivalente nei denti decidui, come i quattro molari permanenti in fondo alla bocca. Se la carie riguarda i bambini di 6 anni, l’odontoiatra valuterà l’evoluzione e procederà con una pulizia dentale oltre che con un’otturazione nei casi in cui è necessario. Sempre intorno a quell’età c’è la possibilità che si sviluppano le prime “malocclusioni” ossia un’errata chiusura dell’arcata dentale. In questo caso il dentista deciderà se intervenire con un apparecchio ortodontico.

La presenza di questo dispositivo rende più difficoltosa la pulizia dei denti, contribuisce all’accumulo di placca intorno agli attacchi e forma delle cavità che favoriscono la colonizzazione dei batteri.
Il piccolo paziente deve pertanto eseguire in modo costante e rigoroso l’igiene orale a casa.

Per bambini è importante adottare un’adeguata fluoroprofilassi fin dai primi mesi di vita. Il fluoro è un valido aiuto per i denti, combatte i batteri e contrasta gli acidi che si formano su di essi, ne rinforza lo smalto, rendendolo più resistente contro l’azione della placca. Prima dei 6 anni si può somministrare in gocce, dopo attraverso l’uso di un dentifricio fluorato per garantire un elevato livello di prevenzione dalle patologie cariogene. In ogni caso, sarà il pediatra, insieme al dentista e all’igienista dentale, a fornire indicazioni ai genitori.

La preparazione specifica di questo professionista dentale gli consente di entrare in confidenza con il bambino utilizzando un approccio giocoso e rassicurante e di condividere con lui un percorso di vita con l’intento di preservare la miglior salute orale possibile.

Per maggiori informazioni e per prenotare una visita contattaci tramite form
 


Condividi

Trova una sede Prenota una visita Chiedi informazioni