Il mal di testa può dipendere dai denti?

Il mal di testa può dipendere dai denti?
Il mal di testa può dipendere dalla nostra bocca? Chi soffre di questo disturbo spesso si affida al neurologo, ma ci sono casi in cui la soluzione va cercata altrove. Secondo l’Associazione Neurologica Italiana per la Ricerca sulle Cefalee i disturbi della masticazione, causati da problemi alle mandibole e alle mascelle, come malocclusione e bruxismo, possono provocare un dolore intorno all’articolazione stessa che si può irradiare alla tempia e alla fronte aggravando o scatenando l’emicrania1. Circa l’86% degli individui della popolazione generale soffre di questo tipo di cefalea, detta tensiva, con una prevalenza più elevata nel sesso femminile (92,5%) rispetto a quello maschile (78,9%)1

Mascelle, muscoli, denti, sistema nervoso sono strettamente collegati. Proprio per questo motivo, le cause del mal di testa potrebbero derivare da un malfunzionamento dei muscoli che circondano l’articolazione temporo-mandibolare (ATM). I disturbi dell’ATM provocano un’alterazione del corretto funzionamento delle articolazioni mandibolari causando dolore e infiammazione nei muscoli e nervi del collo, del viso e della testa.
Quando si verifica malocclusione dei denti si possono scatenare acufeni (ronzii e fischi), sensazione di ovattamento nell’orecchio, cefalee, emicranie e dolore alla cervicale. 

Tra le cause dell’emicrania ci potrebbe essere anche un dente cariato: quando infatti il processo cariogeno si spinge in profondità, fino alla polpa dentale scatena il dolore che dal dente si può irradiare nei tessuti circostanti, fino alla testa. Infine, dolori al capo e al collo sono anche imputabili a otturazioni rovinate o eseguite non correttamente, oppure a protesi inadatte, che possono essere responsabili di problemi masticatori.

Ci sono alcuni precisi campanelli d’allarme da tenere in considerazione:
  • Ronzii e fischi alle orecchie
  • Mal di testa che ha origine durante la notte
  • Mal di testa che inizia con dolore alle tempie o dietro gli occhi
  • Svegliarsi con la testa pesante e la sensazione di non avere riposato o con la bocca fortemente serrata
  • Sensazione di dolore o rigidità nella zona delle guance
  • Rumori o scatti dolorosi quando si apre la bocca
Affidarsi a uno specialista per curare i disturbi della bocca ci consentirà di ripristinare la salute orale ed eliminare anche il fastidioso mal di testa. La grande maggioranza di questi disturbi può essere trattata con una terapia conservativa, non-invasiva, evitando interventi chirurgici. Una buona soluzione è l’applicazione di un bite, utilizzato per far corrispondere bene le arcate, riequilibrare le posizioni errate della mandibola e le posture non corrette causate dalla malocclusione, evitando inoltre il contatto fra i denti in caso di bruxismo. In altri casi potrà essere necessario ricorrere al trattamento odontoiatrico, con l’inserimento di corone o l’impiego di un apparecchio ortodontico.

 
Per maggiori informazioni contattaci tramite form contatti



Condividi

Trova una sede Prenota una visita Chiedi informazioni