Sanguinamento gengivale: cause sintomi e rimedi

Sanguinamento gengivale: cause sintomi e rimedi
Notare del sangue mentre si lavano i denti è una cosa piuttosto comune, soprattutto se vengono spazzolati con particolare energia. Le gengive sane però di norma non sanguinano. Sono di colore rosa pallido, sode, con un profilo corrugato. Invece le gengive infiammate e malate sono di colore rosso scuro, molli e sensibili.
Tuttavia, è bene non sottovalutare mai il sanguinamento gengivale, perché, soprattutto se frequente o spontaneo, potrebbe rappresentare il sintomo di un problema parodontale.
 

Le principali cause del sanguinamento gengivale

La causa più comune del sanguinamento gengivale è l’accumulo della placca batterica che, se non rimossa ogni giorno con una corretta igiene orale, può penetrare nei tessuti gengivali e causare la loro infiammazione. L’infiammazione gengivale a sua volta, se trascurata e non trattata tempestivamente dal dentista, può peggiorare ed evolvere in patologie come la gengivite1 e la parodontite2.

Oltre a una cattiva igiene orale, il sanguinamento gengivale può essere legato anche ad alcune patologie, ad esempio diabete e leucemia, a problemi di coagulazione, a carenze vitaminiche (in particolare vitamina C3 e vitamina K4) e all’uso di particolari categorie di farmaci.

I sintomi del sanguinamento gengivale

Quando il sanguinamento gengivale è il sintomo di una patologia parodontale è probabile che il paziente noti, oltre al sanguinamento stesso, anche altri sintomi, come:
  • Dolore e rossore intorno alle gengive
  • Sensibilità dentale
  • Gonfiore
  • Alitosi
Se la causa del sanguinamento è la parodontite tra i sintomi vanno annoverati anche la recessione gengivale e la mobilità dei denti.
 

I rimedi per il sanguinamento gengivale

Una delle prime azioni che il paziente dovrebbe fare per trattare in maniera corretta il sanguinamento gengivale è rivolgersi al dentista, per verificarne le cause e trovare il trattamento più efficace per risolvere il problema. In ogni caso è possibile prevenire il sanguinamento gengivale dedicando più attenzione alla propria igiene orale.

In particolare il consiglio è quello di:
  • Lavarsi i denti alla fine di ogni pasto per almeno 3 minuti
  • Utilizzare quotidianamente filo interdentale e scovolino
  • Non usare spazzolini con setole dure e non spazzolare i denti troppo forte
  • Utilizzare collutori specifici per il trattamento delle gengive sensibili o irritate
  • Eseguire una seduta di igiene orale almeno due volte l’anno
  • Evitare di fumare e di bere alcol
Si consiglia infine di non sottovalutare mai le prime avvisaglie di disturbi alle gengive: anche se i sintomi possono essere lievi e non provocare particolari fastidi, in caso di sanguinamento, anche se lieve, è bene chiedere un consulto al proprio medico, che saprà consigliare sul da farsi.
 
1.https://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/gingivitis/symptoms-causes/syc-20354453
2.https://www.webmd.com/oral-health/guide/gingivitis-periodontal-disease#1
3.https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/16911372
4.https://www.webmd.com/oral-health/bleeding-gums-other-conditions#2

 


Condividi

Trova una sede Prenota una visita Chiedi informazioni