Salute orale in vacanza: i consigli da seguire

Salute orale in vacanza: i consigli da seguire
L’estate segna per molti l’arrivo delle vacanze e la possibilità di prendersi una pausa dalla routine quotidiana e dalle responsabilità. Alcuni cambiamenti nelle proprie abitudini, però, possono avere un impatto negativo sulla salute orale e favorire la comparsa di disturbi quali ipersensibilità dentale, carie, gengiviti e alitosi. Per questo motivo è importante, anche in vacanza, dedicare qualche minuto al giorno all’igiene orale ed evitare dei comportamenti che potrebbero rivelarsi dannosi per la salute di denti e gengive. Come ad esempio andare a dormire senza aver lavato accuratamente i denti perché troppo stanchi o mangiare cibi ricchi di zuccheri. 

Di seguito i consigli per prendersi cura della salute orale anche in vacanza e mantenere denti sani e forti anche lontano da casa.
 

I consigli per prevenire carie, gengiviti e alitosi

Durante l’estate aumenta il rischio di problemi gengivali e/o dentali perché viene ridotta la frequenza con cui si lavano i denti, favorendo così l’accumulo di placca batterica, prima responsabile di carie, gengiviti e alitosi. In vacanza molto spesso si mangia fuori, lontano dall’albergo o da casa, e si aumenta il consumo alimenti ricchi di zuccheri (bibite, cocktail, gelati…) che favoriscono la formazione di carie.
Il consiglio in questo caso è quello di ricorrere, come mezzo di emergenza, a una gomma da masticare senza zuccheri e con xilitolo, che secondo studi clinici1, può essere impiegato come mezzo efficace per la prevenzione della carie. Anche bere acqua dopo i pasti può rivelarsi utile a prevenire le infezioni del cavo orale, perché aumenta la salivazione, aiuta a detergere la bocca e favorisce la rimozione di eventuali residui alimentari tra i denti.

Una volta a casa o in albergo sarà opportuno procedere all’igiene orale come di consueto, ossia spazzolando i denti per almeno 2 minuti e utilizzando il filo interdentale.
In commercio esistono pratici di kit da viaggio già composti da tutto il necessario per partire, ossia: dentifricio, collutorio e filo interdentale, perfetti da portare con sé in ogni spostamento.
 

I consigli per chi soffre di ipersensibilità dentale

Chi soffre di ipersensibilità dentale in vacanza deve prestare attenzione agli sbalzi di temperatura ed evitare i cibi e le bevande freddi o peggio ancora ghiacciati, di sicuro molto appetibili in questo periodo dell'anno ma pur sempre fastidiosi. Stessa cosa vale per le bevande acide e gli alimenti troppo caldi, perché possono accentuare la sensibilità dentale.

Il consiglio per chi soffre di sensibilità ai denti è quello di partire portando con sé dentifrici specifici per il trattamento dei denti sensibili, che abbiano nella loro composizione degli attivi come il carbonato di calcio, il fluoruro amminico o il nitrato di potassio.
 

I consigli per chi sta seguendo un percorso di cure ortodontiche

Il consiglio per chi ha iniziato un percorso di cure ortodontiche con un apparecchio mobile è quello di non dimenticare mai di indossare l’apparecchio anche in vacanza, perché il rischio è che al ritorno non si adatti più alla forma delle arcate dentali e di veder quindi vanificati i risultati raggiunti prima delle ferie.
Per chi porta l’apparecchio ortodontico fisso il consiglio è quello di eseguire un controllo dal dentista prima di partire, così che possa controllare lo stato dei bracket e prevenire il rischio che possano staccarsi proprio in vacanza.
 

I consigli per chi ha un’otturazione

Per chi ha un’otturazione il consiglio è quello di prestare attenzione a eventuali sbalzi di pressione, come quelli che possono verificarsi durante le immersioni subacquee2. Questo perché la variazione di pressione sott’acqua può causare un particolare dolore ai denti conosciuto anche con il nome di barodontalgia e tipico dei subacquei.
Chi intende dedicarsi alle immersioni è meglio che lo faccia dopo aver eseguito un controllo dal dentista, al fine di verificare lo stato di salute delle otturazioni ed evitare spiacevoli inconvenienti.

Stesso consiglio vale anche per chi sta programmando un viaggio in aereo. Molto meglio partire dopo aver consultato il proprio dentista, che saprà fornire tutte le indicazioni da seguire quando si viaggia in un ambiente pressurizzato.

Se l’otturazione dovesse saltare proprio in vacanza e non si ha la possibilità di farsi visitare subito dal dentista, il consiglio è quello di evitare il consumo di alimenti troppo freddi o troppo caldi, perché la sensazione di dolore potrebbe peggiorare e di prestare molta attenzione all’igiene orale, perché il dente deve rimanere quanto più pulito possibile.

 
Per maggiori informazioni trova la Dental Unit GVM più vicina a te.


 
1.https://link.springer.com/article/10.1007/s00784-017-2075-5
2.http://www.buffalo.edu/news/releases/2016/12/025.html



Condividi

Trova una sede Prenota una visita Chiedi informazioni