Impianti a carico immediato e zigomatici: vantaggi per i pazienti

Impianti a carico immediato e zigomatici: vantaggi per i pazienti

La Dental Unit di Ospedale San Carlo di Nancy è la divisione odontoiatrica presente all’interno della struttura sanitaria.  L’équipe, guidata dal dott. Giuseppe D’amato, è specializzata in interventi chirurgici di implantologia, inserimento di protesi, ortodonzia, endodonzia e diagnostica dentale. Il servizio viene svolto all’interno della struttura ospedaliera, permettendo al paziente di sentirsi in un ambiente più sicuro, con la possibilità di trattare anche pazienti a rischio o pazienti complessi, grazie alla presenza di altri servizi quali la cardiologia, anestesiologia, allergologia.  

 “I pazienti odontofobici” - spiega il dott. D’Amato - “sono pazienti che non riescono a sottoporsi a trattamenti in regime di anestesia locale, come avviene in uno studio privato, perché non vogliono vivere l’esperienza di un atto chirurgico, di cui hanno la fobia. In questi casi, all’interno di Ospedale San Carlo di Nancy, il paziente può contare sull’ausilio della sala operatoria ed essere trattato in regime di sedazione, oppure in anestesia generale”. 

 

L’implantologia a carico immediato per un rientro più veloce alla normalità 

Tra gli impianti che vengono messi a disposizione dei pazienti vi sono l’implantologia a carico immediato e gli impianti zigomatici. 

“L’implantologia a carico immediato è una tecnica chirurgica che consente la sostituzione di elementi dentali mancanti mediante l’inserimento di fixture in titanio - viti che vengono inserite all’interno dell’osso della mascella o della mandibola - che, rispetto alla tecnica tradizionale, consentono tempi di recupero più brevi.” spiega il dott. D’Amato  

“Per il paziente, il principale vantaggio derivante da questa tecnica è la possibilità di sottoporsi a una procedura risolutiva nell’arco della giornata o pochi giorni. Diversamente, la tecnica tradizionale prevede l’estrazione degli elementi dentali, un'attesa di 3 mesi per la guarigione dell’osso, il seguente inserimento di viti in titanio e una seconda attesa di 3 mesi prima di realizzare la protesi fissa, obbligando il paziente a trascorrere circa 6 mesi la propria vita con un deficit funzionale e con un disagio estetico. “ 

 

Gli impianti zigomatici  

Un ulteriore tipo di implantologia riguarda gli impianti zigomatici, che differiscono da quelli tradizionali per la lunghezza delle loro viti, che nei primi varia dai 2 mm ai 50 mm, mentre in quelli tradizionali arrivano al massimo ad una lunghezza di 18 mm. “Il soggetto tipico che viene sottoposto ad impianto zigomatico è il paziente che non può essere sottoposto all’implantologia tradizionale”, conclude il dott. D’amato, “in quanto c’è un forte riassorbimento osseo.  Motivo per cui questa tecnica viene usata soprattutto nei pazienti più anziani, ai quali viene ripristinata un’arcata dentale fissa evitando i più fastidiosi interventi a innesto osseo." 
 

Per maggiorni informazioni visita il sito o contattaci tramite il form dedicato




Condividi

Trova una sede Prenota una visita Chiedi informazioni