Parodontite: una partita giocata da geni e da fattori ambientali

Parodontite: una partita giocata da geni e da fattori ambientali
Un nuovo studio sulla parodontite, patologia molto diffusa, svolto da un gruppo internazionale di ricercatori, ha dimostrato che esiste un rapporto di causalità tra i geni e questo tipo di malattia. L'indagine scientifica si è fondata sui dati raccolti da 9 studi clinici internazionali che hanno coinvolto ben 62.000 partecipanti e su quelli della UK Biobank (altri 461.000 pazienti). I risultati della ricerca sono stati pubblicati su Nature Communications e, considerati i numeri in gioco, questo lavoro scientifico può essere ritenuto il più esteso finora svolto in tema di salute dentale.

Identikit di parodonto e parodontite
Il parodonto - spiega il Dott.Giorgio Verna, igienista dentale presso la Dental Unit dell’Ospedale San Carlo di Nancy,- è un sistema costituito da: gengiva, legamento parodontale, osso alveolare e cemento radicolare”. Si tratta in buona sostanza di una struttura che ha lo scopo di mantenere stabili i denti per poter assicurare una masticazione efficace. “La parodontite - continua l’esperto - è una malattia molto frequente: nel 2016 costituiva l’11esima causa di malattia nel mondo e, se non adeguatamente trattata, conduce progressivamente a una retrazione gengivale con mobilizzazione degli elementi dentali e può concludersi con la loro definitiva perdita”.

La parodontite è scritta nel DNA...
Il team di ricercatori ha indagato il genoma dei partecipanti allo studio per verificare l'esistenza di un eventuale collegamento con la parodontite. L'indagine ha messo in evidenza ben 47 geni (tra i quali anche quelli che presiedono alla formazione della mandibola, dei denti e della saliva) collegabili all'insorgenza della carie, mentre uno è stato correlato alla parodontite.
 … ma non solo.
Ma non è tutto. Lo studio ha infatti anche messo in evidenza come i fattori genetici costituiscano solo una delle cause della patologia del parodonto. Infatti è emerso che altri elementi entrino in gioco nello sviluppo della malattia. Tra questi l'igiene del cavo orale, il fumo, l'obesità. Il riconoscimento del coinvolgimento di un gene causale della parodontite apre comunque nuove strade nel trattamento di questa forma morbosa.

Esiste oggi  un test parodontale per la prevenzione batterica e genetica della parodontite che valuta la predisposizione familiare ad ammalarsi e il valore microbico della carica batterica presente nelle tasche gengivali.La Dental Unit dell’Ospedale San Carlo di Nancy - conclude il dott. Verna - offre questo servizio di prevenzione che consigliamo in particolare a chi ha familiarità per la parodontite, chi ha portato apparecchi fissi o deve sottoporsi a impianti”.


 


Condividi

Trova una sede Prenota una visita Chiedi informazioni