Gengive e alimentazione

Gengive e alimentazione
Mangiare bene può aiutare a curare la gengivite? Esiste certamente una correlazione tra lo stato di salute delle gengive e l’alimentazione.

Il legame tra le patologie che colpiscono il tessuto di sostegno dei denti e gli alimenti che ingeriamo infatti è sempre più avvalorato da studi internazionali. La gengivite è un’infiammazione delle gengive che, se non curata, può evolvere in parodontite, patologia che può portare alla perdita del dente.

Una dieta squilibrata può modificare la gravità e l’estensione della parodontite, alterando sia la resistenza dell’organismo all’infezione sia il processo di riparazione del tessuto.
Un’adeguata nutrizione aiuta quindi a prevenire l’insorgere delle patologie della bocca ma ancor più contribuisce a preservarne il benessere. 

Quali sono allora gli alimenti che possono ‘’salvare’’ le nostre gengive?  
L’obiettivo è quello di privilegiare cibi dalle proprietà antinfiammatorie e limitare quelli infiammatori. Nella dieta quindi non dovrebbero mai mancare alimenti ricchi di omega 3, in grado di calmare le irritazioni della bocca come salmone, tonno, merluzzo, pesce spada, aringhe,  sgombri, sardine e tutto il pesce azzurro.
Gli Omega 3 si trovano anche nei semi oleosi e negli oli che da essi si ottengono, in particolare nei semi di lino, chia, di zucca, di girasole, di sesamo, come anche nella frutta secca, come noci, nocciole e mandorle. 

Anche la vitamina C svolge un’azione antinfiammatoria e stimola il sistema immunitario, oltre ad essere indispensabile per la formazione del collagene e del tessuto connettivo gengivale. Questa vitamina è presente in alcuni frutti freschi (agrumi, ananas, kiwi, fragole, ciliegie), nelle verdure (lattuga, radicchi, spina-ci, broccoletti), negli ortaggi freschi (broccoli, cavoli, cavolfiori, pomodori, peperoni) e nei tuberi (patate soprattutto se novelle). I nutrizionisti consigliano di consumare anche alimenti ricchi di vitamina D e fibre come cereali integrali e legumi, in quanto rafforzano il sistema immunitario e favoriscono l’eliminazione delle sostanze tossiche dall’organismo.

Quali cibi occorre invece limitare?
Sicuramente  quelli che favoriscono l’infiammazione: le carni rosse e conservate e gli zuccheri semplici, compresi quelli contenuti nei succhi di frutta e nelle bibite gassate.

 
Per maggiori informazioni contattaci tramite form contatti



Condividi

Trova una sede Prenota una visita Chiedi informazioni