La sedazione in odontoiatria, un supporto ai casi complessi

La sedazione in odontoiatria, un supporto ai casi complessi
La visita odontoiatrica porta spesso agitazione nel paziente. Ormai però è possibile rendere questo momento confortevole, e addirittura mantenerne un ricordo positivo e piacevole nel tempo. Come? Si chiama sedazione cosciente, è una pratica consolidata, semplice e innocua che si può proporre a bambini, adulti e anziani per tenere sotto controllo la componente emotiva e ansiosa.

Di sedazione cosciente, così come delle altre possibilità di analgesia per i pazienti in corso di trattamento odontoiatrico, ne abbiamo discusso insieme al Dott. Giuseppe D’Amato, responsabile della Dental Unit dell’Ospedale San Carlo di Nancy di Roma.

Che tipi di sedazione vengono impiegate in odontoiatria?
Esistono tre tipi di sedazione. La sedazione cosciente, la sedazione moderata e quella profonda. Solo nel primo caso non è necessaria la presenza dell’anestesista. Con la sedazione cosciente il paziente resta perfettamente responsivo e collaborante e ha una perfetta efficienza sia respiratoria che dei riflessi di protezione delle vie aeree (ovvero tosse e vomito).
In campo odontoiatrico, per ottenere l’effetto sedativo, ma far si che il paziente rimanga vigile, si usa in genere la miscela composta da perossido di azoto a basse percentuali e ossigeno ad alte percentuali (N2O/O2).
Nel caso della sedazione moderata, invece, il paziente ha una riduzione del livello di vigilanza ma risponde agli stimoli tattili e verbali. La ventilazione è spontanea e adeguata e i riflessi di protezione delle vie aeree sono mantenuti. Questa tecnica prevede l'utilizzo di un solo farmaco (di solito la benzodiazepina).
Infine, con la sedazione profonda, il paziente non è più vigile, risponde solo a stimoli dolorosi e può richiedere un certo grado di assistenza per un controllo della ventilazione e di pervietà delle vie aeree. I riflessi protettivi sono parzialmente o totalmente persi.  

Quali sono i vantaggi della sedazione cosciente?
La sedazione cosciente è una tecnica consolidata senza controindicazioni che permette, già dopo pochi minuti dal trattamento, di affrontare sedute odontoiatriche senza dolore, paura o ansia vivendo un’esperienza dolce e alla portata di tutti. Non causa allergie, non è tossica, non è irritante, non viene metabolizzata dall'organismo e viene eliminata tramite la respirazione. Il paziente non percepisce più gli stimoli della tosse e della deglutizione pur avendo in bocca liquidi e gli interventi si eseguono in tempi più brevi. Inoltre la somministrazione di analgesici preventiva dà luogo a una minore percezione degli stimoli dolorosi sia intraoperatori che postoperatori rispetto a pazienti trattati con tecniche tradizionali. 

Come vengono eseguite le diverse tecniche di sedazione presso la Dental Unit dell’Ospedale San Carlo di Nancy?
La nostra Unità odontoiatrica ha il grande vantaggio di trovarsi all’interno dell’Ospedale e di potersi avvalere della presenza di una équipe di anestesisti in grado di offrire al paziente tutte le procedure di sedazione.
Nel caso della sedazione cosciente il paziente viene ricevuto in un ambiente accogliente dove i professionisti applicano una mascherina nasale di piccole dimensioni collegata ad un macchinario di ultima tecnologia che rilascia il perossido di azoto e l’ossigeno: già dopo pochi minuti il paziente si sente più rilassato e disponibile.
Il tutto è monitorato da un apparecchio che controlla i battiti e l'ossigenazione del sangue. Già dopo pochi minuti dalla fine dell'intervento il paziente è perfettamente cosciente e ristabilito.
Nel caso della sedazione moderata il paziente viene accolto da un anestesista che dopo un colloquio e la valutazione della cartella clinica somministra il farmaco per via endovenosa. Il paziente viene sempre collegato ad un macchinario per il controllo della frequenza cardiaca e dell’ossigenazione del sangue. Dopo pochi minuti si abbandona ad un sonno leggero e l'equipe inizia subito ad operare. Al termine dell’intervento il paziente mantiene un vago ricordo dell'esperienza; i tempi di ripresa della normalità sono di circa 10-15 minuti.
Nei casi in cui si esegue la sedazione profonda è obbligatoria la presenza dell'anestesista che, dopo aver analizzato gli esami, somministra il farmaco per via endovenosa. Il paziente è continuamente monitorato: viene applicato un sondino nasale per l’ossigenazione continua e per garantire la pervietà delle vie respiratorie. Al risveglio, il paziente non ha ricordi dell'esperienza vissuta e viene seguito dal personale fino alla sua completa stabilizzazione.

La sedazione cosciente è adatta anche ai più piccoli?
Certamente sì.  È il metodo più usato per i pazienti più piccoli che hanno paura di sottoporsi alle sedute odontoiatriche: è infatti sicuro per la salute e permette all'operatore di eseguire trattamenti che vanno dall'igiene dentale alla chirurgia coprendo tutti i tipi di prestazioni. I genitori possono anche provare in prima persona la miscela di gas per capire la sensazione che si farà provare al proprio figlio.
 
Per maggiori informazioni contattaci allo 06.39976496 oppure scrivici tramite form contatti



Condividi

Trova una sede Prenota una visita Chiedi informazioni