Impianti zigomatici in 3D per la chirurgia dentale

I denti rivestono un ruolo indispensabile per il benessere e la salute della persona. La perdita di uno o più denti a causa di patologie come parodontite, pulpiti, carie o traumi, può possono determinare la diminuzione dell’efficienza masticatoria o altre problematiche funzionali ed estetiche. Quando l’osso mascellare o mandibolare raggiunge elevati livelli di atrofia, e quindi non si ha la sufficiente disponibilità ossea per poter eseguire gli impianti tradizionali, è possibile ricorrere all’impianto zigomatico. Ne abbiamo parlato con il dott. Marco Rinaldi, chirurgo orale specialista in Odontostomatologia della Dental Unit di Clinica Privata Villalba di Bologna.

“Quando si interviene per ripristinare un’arcata dentaria compromessa – spiega il dott. Rinaldi –  è importante eseguire una diagnosi approfondita per valutare la conformazione e le condizioni delle strutture ossee e trovare così la soluzione migliore. Pressa la nostra Dental Unit utilizziamo le tecniche di implantologia computer guidata: attraverso la Tomografia Assiale Computerizzata (TAC ), si effettua una prima valutazione approfondita delle condizioni del paziente per determinare l’eventuale mancanza di osso poi, grazie a uno specifico software a 3D di ultima generazione, si mette a punto l’impianto virtuale. La simulazione computerizzata permette di scegliere il trattamento migliore analizzando le condizioni fisiche e morfologiche e di progettare l’impianto più adatto su misura per ogni paziente. L’équipe è in grado di valutare così la possibilità di sfruttare l’osso residuo o, nei casi più complessi, la necessità di posizionare impianti zigomatici, nei quali, grazie all’osso zigomatico situato accanto all’occhio, vengono fissati due o quattro impianti per ancorare una protesi fissa di tutta l’arcata mascellare”.

“Questa particolare tecnica si chiama 3DZyGo (3D Zygomatic Guided Osteotomy) ed è di mia ideazione, prevede l’utilizzo di una speciale guida chirurgica dedicata per il posizionamento degli impianti zigomatici. Un protocollo chirurgico innovativo pubblicato anche nel libro “Computer Guided Applications for Dental Implants, Bone Grafting and Reconstruttive Surgery” uscito in USA e recentemente tradotto in spagnolo e cinese, scritto insieme a due colleghi esperti di chirurgia orale ed implantologia”.

“Nel dettaglio, gli impianti zigomatici – continua il dott. Rinaldi – richiedono un approfondito studio pre-operatorio atto a definire, prima dell’intervento appunto, la loro miglior posizione. Per trasferire lo studio al paziente si possono utilizzare le guide chirurgiche. Il protocollo prevede l’esame dell’anatomia mascellare e la definizione delle sedi implantari mediante specifico software, nonché la costruzione della guida chirurgica ZyGo e del modello 3D costruito sulla base dalla TAC del paziente, sul quale si effettua la simulazione. Una volta che la simulazione restituisce i risultati attesi, le guide Zy-Go passano alla sala operatoria per trasferire la pianificazione pre-operatoria al paziente. In questo modo le più moderne tecnologie diagnostiche tridimensionali vengono applicate, a beneficio dei pazienti, nel contenimento dei rischi e nell’ottimizzazione dei risultati riabilitativi tramite impianti zigomatici”.

“La best practice dello specialista è imprescindibile, considerata la vicinanza d’importanti strutture anatomiche da non lesionare, inoltre presso la nostra Dental Unit è possibile ricorrere alla sedazione con trattamento “No Panic”, anche per evitare al paziente stati di stress e ansia. Competenze specifiche, strumentazioni sofisticate e la sicurezza dell’assistenza ospedaliera di una struttura d’eccellenza come Clinica Privata Villalba sono i requisiti grazie ai quali si applica con successo una tecnica efficace e sicura della moderna implantologia”.
 

Per informazioni e prenotazioni compila il form oppure telefona al numero 051.6443490.



Condividi

Trova una sede Prenota una visita Chiedi informazioni